Emigrazione Notizie
  Notizie     
 

Iscritti
 Utenti: 713
Ultimo iscritto : agustinaventura
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 58
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

italiani all'estero
FILEF
I Film documentari


Radio e TV


Fiei


Premio Conti IX°
Premio Conti 9 Edizione


# - Siti di informazione
Global Research (IT)
SELVAS.ORG (IT)
SBILANCIAMOCI (IT)
SINISTRA in RETE (IT)
Global project (IT)
CARTA MAIOR - Brasile (IT)
SUR Argentino (IT)
Il Fatto Quotidiano (IT)
PRENSA DE FRENTE (IT)
Forum Palestina (IT)
INFO PALESTINA (IT)
LAVOCE.INFO (IT)
RADIO ARTICOLO1 (IT)
F I L E F (IT)
Fondazione L O G O S (IT)
REDATTORE SOCIALE (IT)
GUSH-SHALOM (IT)
F I E I - Notizie (IT)
TELESUR Americalatina (IT)
ARCOIRIS TV (IT)
ARTICOLO 21 (IT)
RADIO POPOLARE (IT)
LA REPUBBLICA (IT)
CORRIERE DELLA SERA (IT)
LA STAMPA (IT)
L'UNITA' (IT)
IL MANIFESTO (IT)
IL MESSAGGERO (IT)
L' AVVENIRE (IT)
L'ESPRESSO (IT)
ANSA (IT)
MEGACHIP (IT)
EMERGENCY (IT)
AMNESTY (IT)
ALL AFRICA (IT)
LIMES (IT)
MANITESE (IT)
NIGRIZIA (IT)
UNIMONDO (IT)
PEACELINK (IT)

Social


Tours e Corsi
FilefTour
corsi di italiano


Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
-- -- -- -- -- -- --

Questa settimana

 
Castelnuovo di Porto, ecco il "pentagono" della Circoscrizione Estero
- Inserito il 11 aprile 2008 alle 11:12:00 da redazione-IT. IT - ITALIANI ALL'ESTERO
Indirizzo sito : Newsitaliapress


Il Centro Polifunzionale di Castelnuovo, dove vrranno scrutinate le schede della Circoscrizione Estero
Castelnuovo di Porto, ecco il "pentagono" della Circoscrizione. 48.000 metri quadri. Attese oltre 10.000 persone, di cui almeno 200 giornalisti, per un'affluenza che si stima gia' essere al di sotto del 38%

Castelnuovo di Porto - “Su una collina tufacea tra due strette valli solcate dal fosso Chiarano e dalla Mola, rivolta a meridione e sviluppata a fuso intorno alla Rocca, è la cittadina di Castelnuovo di Porto, nell’alta Campagna Romana dominata dal profilo del Monte Soratte”.


Comincia così la poetica descrizione di questo paesino, Castelnuovo di Porto, sconosciuto ai più, sito sull’asse Roma Viterbo, tra la Via Flaminia e la via Tiberina.

"Costruita forse su un oppido capenate, o tra le rovine delle cinque colonie di Pentapolis, di cui si suppone facessero parte gli insediamenti di Belmonte e Monte la Guardia, compare comunque nel 1074 come Castrum novum in una bolla di papa Gregorio VII a favore del Monastero di S. Paolo fuori le mura al quale spettava per metà".

Cosa c’entra con gli italiani sparsi per il mondo, che in queste ore hanno completato le (affannate) operazioni di voto, per partecipare, ai sensi della legge 459 del 27 dicembre 2001 (meglio nota ai più come legge Tremaglia) alla formazione del Parlamento italiano in occasione di queste affrettate Elezioni Politiche 2008? C’entra. Eccome se c’entra.

Lo spoglio delle schede degli elettori italiani residenti all’estero avverrà nel Centro Polifunzionale di Castelnuovo di Porto, già sede della Protezione Civile (in provincia di Roma), a partire dalle ore 14.00 del 14 aprile 2008: come già accaduto nel 2006, anno di gloria in cui la legge Tremaglia ha avuto modo di trovare la sua prima applicazione nella vita della Repubblica Italiana.

Il paesino, 7.000 anime all'incirca, è grazioso e arroccato. E balza ora agli onori delle cronache come mai accade in condizioni di ordinaria routine.

“Il Paese non sta vivendo questo evento con grande interesse a dire il vero – racconta Maria Luisa Marchetti, Consigliere di Maggioranza del Comune di Castel Nuovo di Porto – soprattutto perchè il luogo dello scrutinio in realtà si trova a 15 chilometri dal centro del Paese, dove c'è una frazione”. Le fa eco anche l’Assessore alle Politiche socio-sanitarie e di prevenzione del disagio, Alfonso Pedicino

Spiega Marchetti: “Castelnuovo si sviluppa infatti su due assi, il centro principale sulla via Flaminia e poi c'è la frazione a circa 12 chilometri, mentre l'edificio della Protezione Civile, sorge in una zona praticamente isolata” .

Poco vissute, dunque, dalla popolazione del paese che le ospita, le operazioni di scrutinio per la Circoscrizione Estero avvengono come già accaduto nel 2006, in questo enorme Centro Polifunzionale della Protezione Civile, e sono gestite del Comune di Roma.

“Sono 48.000 metri quadri, sì – a confermare la mastodontica mole del luogo dell’operazione è il Dott. Micheli, Vice Coordinatore Logistica per la Presidenza del Consiglio.

Previsti 1200 seggi, per la sola Circoscrizione Estero. Che saranno gestiti, ciascuno, da un Presidente di seggio, il Segretario e 4 scrutatori.

1.200 seggi per 6 persone a seggio, il calcolo è semplice: 7.200 persone assoldate per le sole operazioni di scrutinio. “Se a questo numero aggiungiamo il personale di servizio, i supplenti e i rappresentanti di lista...Poi la sorveglianza, il personale del Comune, il personale della Corte d’Appello, i giornalisti... a popolare la sede ci saranno un 10.000 persone” commenta Micheli.

I Presidenti di seggio vengono nominati dall’Ufficio elettorale della Corte d’Appello. Gli scrutatori, invece, dal Comune di Roma.
E la stampa? “Abbiamo predisposto per la stampa una sede interna e isolata dai seggi, naturalmente”. Capienza? “200 posti. Ci hanno già chiamato le grandi televisioni, Rai e Mediaset, e le grandi testate, che verranno con i tir per la diretta”.

E in effetti Raitalia – l’ormai fu Rai International – ha annunciato oggi che modificherà il suo palinsesto dei giorni 14 e 15 aprile, proprio per seguire in diretta i risultati di queste Elezioni Politiche 2008.

La maratona comincerà in televisione alle 13 di lunedì 14, e “Italia News” seguirà i lavori fino al termine delle operazioni e alla chiusura dei seggi. Sono previsti, aspettando i primi exit poll, collegamenti da Berlino, Melbourne, Buenos Aires e da Washington. Proprio a Washington la comunità italiana parteciperà alla grande veglia con il “Voto Party”.

Che tempi si stimano? “Nel 2006 abbiamo finito alle 14 del giorno successivo. Questa volta stimiamo di terminare per la nottata” risponde Micheli. Perchè, spiega, confermato anche dalla Corte d’Appello, dal 2006 è intercorsa un’integrazione al Regolamento con Decreto del Presidente dlla Repubblica per la gestione organizzativa delle operazioni di scrutionio per la Corcoscrizione Estero. E concludde: “Ogni seggio dovrà scrutinare, al massimo, 2.800 schede. Ci siamo tenuti al di sotto del limite massimo imposto dalla legge proprio in memoria della gestione organizzativa del 2006”.

Lo confermano anche in Corte d’Appello. In base alle quattro Ripartizioni in cui è divisa la Circoscrizione Estero (ai sensi dell'art 6 della Legge n. 459/2001 recante "Norme per l'esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all'estero", la circoscrizione Estero è suddivisa in quattro ripartizioni: Europa, compresi i territori asiatici della Federazione russa e della Turchia; America meridionale; America settentrionale e centrale; Africa, Asia, Oceania e Antartide) si formano i seggi, spiegano fonti del Ministero dell’Interno, a seconda del numero degli elettori. “In questa occasione, ne abbiamo formati 1.200”. Un documento, sul sito della Corte d’Appello di Roma, dove è stato istituito l’Ufficio Centrale della Circoscrizione Estero, mostra in dettaglio proprio la “popolosa” suddivisione.

Prima ogni seggio della Circoscrizione Estero poteva gestire 5.000 elettori: per le Politiche 2008, a causa delle problematiche sorte nel 2006, l’integrazione di cui sopra ha portato a un tetto massimo di 2.800 schede da scrutinare - quindi non più 5000. Il numero degli italiani residenti all’estero non è cambiato, mentre i seggi sono, a questo punto, raddoppiati.

Nel 2006 i cittadini aventi diritto al voto sulla Camera erano 2.707.382, i votanti sono stati 1.053.864, pari al 38,93%; gli aventi diritto al Senato erano 2.432.340, i votanti sono stati 962.107, pari al 39,55% Schede non valide alla Camera 82.712, al Senato 71.046. La percentuale, per il 2008, sembra essere in calo.

“I grandi consolati, delle grandi città, come quelle dell’Europa, dell’America Latina e dell’America Settentrionale, sono stati suddivisi in più seggi, perchè hanno un alto numero di elettori. I consolati sono stati suddivisi in più segg, dunquei. In alcuni casi, come in America Latina, ad esempio, per un consolato si arriva anche a 46, 47 seggi. I consolati più piccoli, e quelli che hanno un basso numero di elettori, sono stati raggruppati o tra loro oppure ad altri consolati più o meno grandi”.

“Le sezioni, rappresentano invece, la suddivisione dei vari consolati”.

Ci saranno rappresentanti di lista per ogni seggio, naturalmente. Per 1.200 seggi? “Le liste hanno tempo fino a domenica alle 12 per presentare le designazioni dei rappresentanti di lista”.

E come funziona? “Ci saranno partiti che presenteranno rappresentanti di lista per i seggi che vanno dal numero uno al numero 10, per fare un esempio. Un altro per il seggio dall’11 al 20 e così via. La situazione, al momento, non è ancora definita. Hanno tempo, ripeto fino a domenica”.

L’Empire State Building in orizzontale? “Un po’ anche un mattatoio...”.

GA/News ITALIA PRESS

Visualizzazioni : 8153 | Torna indietro

 

GOOGLE Adv


filef.info


e-book
Memories of a person of interest - di Carmen Lavezzari
Le nuove generazioni nei nuovi spazi e tempi delle migrazioni - a cura di Francesco Calvanese
2012, Fuga dall'Italia - Speciale di Cambiailmondo
L'Altro siamo noi - di William Anselmi
L'Altro siamo noi - di William Anselmi
L'Altro siamo noi - di William Anselmi
Razzismo Democratico - di Salvatore Palidda
Agenti-4
Cartas
aigues-mortes
narrazioni-migranti
ebook-10_anni_di_migrazioni


 
 © FILEF
Iscriviti Cancellati

Archivio notizie

 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.4
Questa pagina è stata eseguita in 3,306641secondi.
Versione stampabile Versione stampabile