Emigrazione Notizie
  Notizie     
 

Iscritti
 Utenti: 710
Ultimo iscritto : Sauro
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 124
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

italiani all'estero
FILEF
I Film documentari


Radio e TV


Fiei


Premio Conti IX°
Premio Conti 9 Edizione


Social


Tours e Corsi
FilefTour
corsi di italiano


Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 -- -- -- --

Questa settimana

 
17 0 5 06 PD Parlamentari estero
- Inserito il 07 maggio 2017 alle 16:18:00 da guglielmoz. IT - ITALIANI ALL'ESTERO

1 - L’ON. FRANCESCA LA MARCA ALLA CERIMONIA DI COMMEMORAZIONE DEI CADUTI SUL LAVORO ITALIANI A TORONTO, Il 28 aprile in Canada ricorre la giornata nazionale del ricordo dei caduti sul lavoro
2 - FEDI E PORTA (PD): PENSIONATI ALL’ESTERO, DETRAZIONI FAMILIARI 2017, NUOVE REGOLE E SCADENZE RAVVICINATE - Abbiamo più volte informato i nostri connazionali residenti all’estero, lavoratori e pensionati, sul loro diritto di poter richiedere l’applicazione delle detrazioni per carichi di famiglia (da 800 a 1000 - e più - euro per ogni familiare a carico) a condizione che il reddito da loro prodotto nel territorio dello Stato italiano sia pari almeno al 75 per cento del reddito complessivamente prodotto, che non godano di agevolazioni fiscali analoghe nello Stato di residenza e che ovviamente paghino l’Irpef (sulla quale applicare le detrazioni).
3 - LA MARCA RELAZIONA NELL’AULA DELLA CAMERA SULLA RATIFICA DEGLI ACCORDI FISCALI CON IL COSTA RICA E BARBADOS - La Camera ha approvato due ratifiche di disegni di legge di iniziativa governativa, di cui è stata relatrice l’on. Francesca La Marca, l’uno riguardante l’accordo tra il Governo italiano e quello del Costa Rica sullo scambio di informazioni in materia fiscale, l’altro relativo alla convenzione Italia-Barbados volta a impedire le doppie imposizioni fiscali e a prevenire le evasioni
4 - LA MARCA (PD) INTERROGA IL GOVERNO SULLA TRAGICA FINE DI DUE CONNAZIONALI NELLA REPUBBLICA DOMINICANA - L’on. Francesca La Marca, raccogliendo le notizie riportate dalla stampa nelle ultime settimane e le numerose sollecitazioni avute da italiani residenti a Santo Domingo, ha interrogato il Ministro degli esteri sugli inquietanti casi di decesso di nostri concittadini avvenuti nella Repubblica Dominicana

1 - L’ON. FRANCESCA LA MARCA ALLA CERIMONIA DI COMMEMORAZIONE DEI CADUTI SUL LAVORO ITALIANI A TORONTO Il 28 aprile in Canada ricorre la giornata nazionale del ricordo dei caduti sul lavoro. Nell’occasione, l’on. La Marca ha partecipato alla commemorazione dei caduti sul lavoro italiani in Canada (Italian Fallen Workers Memorial), che si è svolta presso il memoriale costruito nei giardini di “Villa Charities” a Toronto, cuore della comunità italiana della città. ROMA, 2 MAGGIO 2017

Alla cerimonia erano presenti centinaia di persone, la rappresentanza diplomatica italiana, capeggiata dal nuovo ambasciatore in Canada, Ambasciatore Claudio Taffuri, ministri e parlamentari canadesi, il sindaco di Toronto John Tory, rappresentanti dell’arma dei carabinieri, degli alpini e di altre formazioni. Cittadini e autorità si sono stretti attorno alle famiglie delle vittime, presenti alla cerimonia.

L’evento è finalizzato a commemorare annualmente tutti gli italiani caduti sul lavoro in Canada, particolarmente numerosi nella fase dello sviluppo delle grandi infrastrutture e dell’espansione edilizia e urbana delle città.

Si è sottolineato l’importanza di non commettere gli errori del passato e di considerare una vera priorità la tutela della vita e della salute sul lavoro. L’ex parlamentare e sindacalista Odoardo Di Santo ha rivolto un vibrante appello al Governo federale affinché sia portata avanti con decisione la bonifica dall’amianto degli edifici pubblici e privati.

A commento della cerimonia, l’on. La Marca ha dichiarato: “Il ricordo dei caduti italiani sul lavoro in terra canadese è non solo un dovere, ma un impegno civile che tutti noi dobbiamo tramandare nel tempo. A quanti sono venuti in questo Paese delle opportunità per realizzare il loro desiderio di miglioramento familiare e sociale e che, purtroppo, hanno incontrato un doloroso destino, noi dobbiamo eterna riconoscenza. Per quello che hanno dato alle nostre vite e al nostro miglioramento e anche per il contributo che hanno arrecato, con il loro sacrificio, allo sviluppo di questa grande e moderna realtà che è il Canada”.

2 - FEDI E PORTA (PD): PENSIONATI ALL’ESTERO, DETRAZIONI FAMILIARI 2017, NUOVE REGOLE E SCADENZE RAVVICINATE - Abbiamo più volte informato i nostri connazionali residenti all’estero, lavoratori e pensionati, sul loro diritto di poter richiedere l’applicazione delle detrazioni per carichi di famiglia (da 800 a 1000 - e più - euro per ogni familiare a carico) a condizione che il reddito da loro prodotto nel territorio dello Stato italiano sia pari almeno al 75 per cento del reddito complessivamente prodotto, che non godano di agevolazioni fiscali analoghe nello Stato di residenza e che ovviamente paghino l’Irpef (sulla quale applicare le detrazioni). ROMA, 3 MAGGIO 2017

In un recente Messaggio l’Inps osserva che fino ad ora è pervenuto dai pensionati residenti all’estero un esiguo numero di domande per le detrazioni per carichi di famiglia.

Ciò può dipendere forse dal fatto che molti pensionati non sono al corrente di questo importante diritto oppure che per dimenticanza e/o per ignoranza della legge non abbiano ancora presentato la domanda per il 2017, rischiando così di vedersi annullato il diritto alle detrazioni visto che tale domanda va presentata ogni anno. Infatti in base alla normativa fiscale vigente per poter fruire delle detrazioni familiari è necessario, in presenza dei requisiti prescritti, presentare annualmente apposita domanda all’Inps, anche in caso di invarianza del carico familiare rispetto a quello del periodo di imposta precedente.

Pertanto, ci ricorda l’Inps nel suo Messaggio n. 1763 del 27 aprile u.s., tutti i pensionati residenti all’estero, in Paesi che assicurano un adeguato scambio di informazioni, per ottenere per il periodo di imposta 2017 l’applicazione delle detrazioni per carichi di famiglia di cui all’art. 12 del TUIR (DPR 917/86), sono tenuti a presentare l’apposita domanda all’Istituto tramite il servizio online dedicato, messo a disposizione per i soggetti dotati di PIN, per gli Istituti di patronato – ai quali consigliamo ai nostri connazionali all’estero di rivolgersi – e per le strutture territoriali dell’Inps; domanda ovviamente necessaria all’acquisizione e alla registrazione negli archivi informatici dell’Istituto della richiesta attestazione dei requisiti previsti per il riconoscimento del diritto alle detrazioni.

L’Inps inoltre comunica che saranno applicate provvisoriamente fino alla rata di giugno 2017 le detrazioni già registrate in archivio per il periodo di imposta 2016, e questo per consentire ai pensionati residenti all’estero “finora distratti o ignari” ma in possesso dei requisiti richiesti, di fruire delle detrazioni per il periodo di imposta 2017 (e anche per contenere gli oneri connessi a ripetuti ricalcoli delle prestazioni a seguito del pervenire delle domande in corso d’anno).

Tuttavia è bene fare ATTENZIONE che per coloro i quali non presenteranno l’apposita domanda all’Istituto entro il 15/05/17 sarà effettuato l’azzeramento delle detrazioni per carichi di famiglia sulle pensioni percepite a partire dalla rata di luglio 2017, con relativo recupero delle detrazioni applicate in via provvisoria sulle mensilità da gennaio a giugno 2017. Nel caso in cui la richiesta del pensionato pervenga in data successiva al termine indicato, le detrazioni saranno attribuite nuovamente sulla prima rata utile.

Ricordiamo infine che ai fini delle detrazioni per carichi di famiglia s ono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2016 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili: il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; i figli, compresi quelli naturali riconosciuti, gli adottivi, gli affidati e affiliati; altri familiari (genitori, generi, nuore, suoceri, fratelli e sorelle) a condizione che siano conviventi o che ricevano dallo stesso un assegno alimentare non risultante da provvedimenti dell'autorità giudiziaria.

3 - LA MARCA RELAZIONA NELL’AULA DELLA CAMERA SULLA RATIFICA DEGLI ACCORDI FISCALI CON IL COSTA RICA E BARBADOS - La Camera ha approvato due ratifiche di disegni di legge di iniziativa governativa, di cui è stata relatrice l’on. Francesca La Marca, l’uno riguardante l’accordo tra il Governo italiano e quello del Costa Rica sullo scambio di informazioni in materia fiscale, l’altro relativo alla convenzione Italia-Barbados volta a impedire le doppie imposizioni fiscali e a prevenire le evasioni. ROMA, 3 MAGGIO 2017

Per quanto riguarda l’accordo con il Costa Rica, la parlamentare ha prima di tutto ricordato che esso è stato redatto nella forma semplificata prevista dall’OCSE per i paesi che hanno un ridotto volume di scambio.

Il valore di tale accordo sta nel fatto che si precisano le imposte per le quali è possibile lo scambio di informazioni e le modalità in cui tali informazioni sono trasmesse all’altra parte, anche quando non riguardano comportamenti considerati reati. In esso si prevede, inoltre, l’abolizione del segreto bancario nel quadro della lotta all’evasione fiscale, ma anche la possibilità di negare alcune informazioni per motivi di ordine pubblico e per non rivelare segreti industriali e commerciali.

La Marca ha richiamato l’impegno per i diritti umani di questo paese e, al di là delle sue ridotte dimensioni, la partecipazione ad una serie di organizzazioni regionali soprattutto nell’area dei Caraibi e del Centro America.
La parlamentare ha infine ricordato il positivo andamento delle relazioni bilaterali tra l’Italia e il Costa Rica, caratterizzate da una grande vicinanza e collaborazione. Ciò è stato alimentato anche dalla significativa presenza dell’emigrazione italiana che a più ondate è giunta verso questo Paese dell’istmo centro-americano.

La presenza economica italiana in Costa Rica si manifesta attraverso un grande numero di aziende locali di origine italiana e con un’elevata diffusione di prodotti e marche italiane nei più disparati settori, dall’alimentare alla moda, fino all’automotive.

Nel Paese sono presenti grandi gruppi italiani mentre l’interscambio commerciale bilaterale registra una costante crescita. Nel 2014 ha raggiunto il valore record di 323 milioni di euro, risultato di esportazioni italiane per 136 milioni e di importazioni per 187, per lo più di prodotti agricoli.

Quanto all’altro provvedimento sullo scambio di informazioni fiscali con Barbados, La Marca ha ricordato che tale isola, ormai indipendente, è la più orientale delle piccole Antille e una delle realtà più prospere dell’area. La convenzione all’esame della Camera risponde all’esigenza di disciplinare in maniera più efficiente ed equilibrata gli aspetti fiscali delle relazioni economiche fra i due paesi.

L’intesa trova applicazione nei riguardi delle persone fisiche e giuridiche residenti di uno o di entrambi gli Stati contraenti, limitatamente all’imposizione sui redditi e all’imposta regionale sulle attività produttive.
In materia di pensioni, la convenzione prevede la tassazione soltanto nello Stato di residenza.

4 - LA MARCA (PD) INTERROGA IL GOVERNO SULLA TRAGICA FINE DI DUE CONNAZIONALI NELLA REPUBBLICA DOMINICANA - L’on. Francesca La Marca, raccogliendo le notizie riportate dalla stampa nelle ultime settimane e le numerose sollecitazioni avute da italiani residenti a Santo Domingo, ha interrogato il Ministro degli esteri sugli inquietanti casi di decesso di nostri concittadini avvenuti nella Repubblica Dominicana. ROMA, 5 MAGGIO 2017

Nei giorni scorsi, infatti, un giovane italiano di 29 anni è stato trovato ai bordi di una piscina di un noto residence di Bavaro e la polizia locale ha archiviato il caso come “presunto suicidio”, secondo l’espressione usata dalla stampa locale.

Nelle settimane precedenti, poi, si era verificato un altro “apparente suicidio”, così definito sempre dalla stampa locale, riguardante un nostro connazionale in pensione, trovato impiccato alla maniglia della porta di casa. I familiari di questo connazionale, in procinto di rientrare in Italia, hanno insistentemente dichiarato che il loro congiunto non aveva alcun motivo per compiere un atto di tale gravità.

Alla luce di queste situazioni e sollecitata da italiani residenti in quella realtà, giustamente allarmati da episodi così inquietanti, la parlamentare ha interrogato il Ministro degli esteri affinché si chieda alle autorità dominicane, attraverso i consueti canali diplomatici, un’informativa approfondita e credibile dei drammatici episodi che hanno coinvolto di recente nostri connazionali. Allo stesso tempo, nel caso che per le drammatiche vicende descritte risultassero responsabilità di terzi, La Marca ha chiesto di conoscere quali siano le condizioni di prevenzione e sicurezza a tutela degli italiani che si si trovano nella Repubblica Dominicana.

Visualizzazioni : 347 | Torna indietro

 


ErroreSQL

Microsoft VBScript runtime error '800a01a8'

Object required: 'DBRecordSet(...)'

/includes/display-inc.asp, line 168