Emigrazione Notizie
  Notizie     
 

Iscritti
 Utenti: 710
Ultimo iscritto : Sauro
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 103
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

italiani all'estero
FILEF
I Film documentari


Radio e TV


Fiei


Premio Conti IX°
Premio Conti 9 Edizione


Social


Tours e Corsi
FilefTour
corsi di italiano


Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 -- -- -- --

Questa settimana

 
16 11 26 PD Parlamentari estero
- Inserito il 27 novembre 2016 alle 19:25:00 da guglielmoz. IT - ITALIANI ALL'ESTERO

1 - deputati pd estero: altri 4 emendamenti approvati. Il governo e la maggioranza rispondono con i fatti agli attacchi agli italiani all’estero
2 - farina (pd): 4 milioni aggiuntivi per gli enti gestori. Approvato un mio emendamento dalla commissione bilancio
3 - la marca (pd): fondi aggiuntivi per la stampa italiano all’estero. Approvato un mio emendamento alla legge di bilancio

1 - DEPUTATI PD ESTERO: ALTRI 4 EMENDAMENTI APPROVATI. IL GOVERNO E LA MAGGIORANZA RISPONDONO CON I FATTI AGLI ATTACCHI AGLI ITALIANI ALL’ESTERO ROMA, 24 NOVEMBRE 2016
La Commissione Bilancio della Camera, dopo quello relativo alla destinazione di 4 milioni derivanti dai 300 euro per la cittadinanza al rafforzamento dei servizi consolari, ha approvato altri quattro nostri emendamenti. Uno riguarda la stampa italiana all’estero e le agenzie specializzate per l’emigrazione, per le quali si è chiesto un aumento della dotazione rispettivamente di un milione e di 300 mila euro.
L’altro, a prima firma Farina, consente di destinare 4 milioni di euro aggiuntivi ai corsi di lingua e cultura italiana all’estero organizzati dagli enti gestori. Si tratta di una questione aperta da tempo, oggetto di diffuse sollecitazioni. Il Presidente del Consiglio e il Governo hanno rilanciato con una proposta di straordinario valore: la creazione di un fondo quadriennale di 150 milioni da destinare a questo intervento strategico. Le nostre sollecitazioni ad avere immediate garanzie in merito alla reintegrazione dei fondi per il 2017 avevano portato prima il Sottosegretario Amendola ad assumere un impegno in tal senso a valere sui 20 milioni del fondo previsti per il primo anno, e poi il Sottosegretario Della Vedova a confermare in Commissione Esteri l’orientamento del Governo. Il parere della Commissione Esteri sulla legge di Bilancio fa piena fede di questa richiesta e di questo impegno.
I 4 milioni del nostro emendamento devono dunque considerarsi aggiuntivi ed essendo fruibili fin dall’inizio del nuovo anno saranno utilissimi per accrescere le anticipazioni agli enti gestori, in attesa del riparto dei venti milioni del fondo.
Gli altri emendamenti riguardano il sostegno alle Camere italiane di commercio all’estero, snodo essenziale per le attività di internazionalizzazione; l’incremento della dotazione dell’IILA, che svolge un ruolo molto efficace nello sviluppo dei rapporti multilaterali con i paesi dell’America latina, e l’aumento di un milione per l’anno 2019 della dotazione delle scuole paritarie all’estero, già migliorato per l’anno corrente da un emendamento dello scorso anno.
Servizi consolari, promozione della lingua e cultura, scuole paritarie all’estero, stampa italiana all’estero, rapporti con l’America latina, rafforzamento della rete delle Camere di commercio: il Governo già in questo primo passaggio della legge di Bilancio ha risposto con straordinaria disponibilità alla richiesta di rafforzare alcune fondamentali linee strategiche della proiezione dell’Italia nel mondo. E’ evidente che da qualche anno, con il Governo Renzi, è cambiato il rapporto con gli italiani all’estero. Si è invertita la tendenza ai tagli, si è scelta una linea di attenzione e di valorizzazione, si è fatta una scelta richiesta da tutto il nostro mondo, quella dell’investimento prioritario per la lingua e la cultura, considerate finalmente un asset strategico, si sono responsabilizzati soggetti capaci di moltiplicare le iniziative di internazionalizzazione, come le Camere di commercio. Di fronte alla prevenzione e alla virulenza delle posizioni, l’unica risposta seria è quella dei fatti.
Sono mesi di forti polemiche sugli italiani all’estero, dei quali si cerca di delegittimare il diritto a esercitare realmente la propria cittadinanza e la funzione di grande sostegno agli interessi del nostro Paese nel mondo. La risposta del PD e del Governo non è di aggiungere polemica a polemica, ma di fare e rinnovare. Gli italiani all’estero sapranno valutare.
I deputati PD estero: Farina. Fedi, Garavini, La Marca, Porta, Tacconi

2 - FARINA (PD): 4 MILIONI AGGIUNTIVI PER GLI ENTI GESTORI. APPROVATO UN MIO EMENDAMENTO DALLA COMMISSIONE BILANCIO ROMA 24 NOVEMBRE 2016
Sono lieto di poter annunciare che un mio emendamento per incrementare i fondi per gli enti gestori che organizzano corsi di lingua e cultura all’estero, presentato assieme agli altri colleghi del PD eletti all’estero, è stato inserito nella legge di Bilancio per il 2017 per un importo di 4 milioni dalla Commissione Bilancio della Camera. Questi 4 milioni devono intendersi come un finanziamento aggiuntivo a quelli per i quali il Governo si era già impegnato, inseriti nel fondo quadriennale di 150 milioni (20 milioni per il 2017), dopo avere esperite le procedure di ripartizione dello stesso fondo.
Poiché sono giorni di polemiche pregiudiziali su tutto quanto riguarda gli italiani all’estero, anche sui successi che talvolta si ottengono, voglio precisare che prima il Sottosegretario Amendola e poi il Sottosegretario della Vedova in una sede formale come la Commissione Esteri della Camera, a nome del Governo, si erano impegnati a reintegrare i fondi mancanti per gli enti gestori con quelli concessi attraverso il fondo di venti milioni annunciato e messo in bilancio dal Presidente Renzi. Di questo impegno vi è prova nei verbali della Commissione Esteri.
Per questo, credo che in questo momento dovremmo avere tutti l’onestà intellettuale di riconoscere che siamo su una buona strada e dovremmo essere uniti per chiedere che, oltre a riconoscere i 4 milioni legati al mio emendamento, si mantenga l’impegno di destinare agli enti gestori una quota parte del fondo.
Gli enti gestori sono una rete essenziale per la promozione della lingua e cultura italiana nel mondo, Sono, dunque, una leva strategica da usare con convinzione e intelligenza.
Le polemiche di questi ore passano, gli italiani all’estero restano e anzi crescono. Uniamoci sulle cose da fare, perché questo Governo e questa maggioranza hanno dimostrato di essere verso di noi in posizione di ascolto e di rispetto. Per quanto mi riguarda, continuerò a muovermi in questo senso, cercando di costruire e dialogare On. Gianni Farina

3 - LA MARCA (PD): FONDI AGGIUNTIVI PER LA STAMPA ITALIANO ALL’ESTERO. APPROVATO UN MIO EMENDAMENTO ALLA LEGGE DI BILANCIO. La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un mio emendamento alla legge di Bilancio 2017, presentato assieme agli altri colleghi del PD della circoscrizione Estero, volto a incrementare di un milione di euro la dotazione per la stampa italiana all’estero e ad attribuire 300 mila euro alle agenzie di emigrazione. Lo comunico con soddisfazione perché questa misura risponde ad un’attesa di anni e rappresenta un riconoscimento per la funzione che la rete di informazione in italiano ha svolto storicamente e continua a svolgere nel mondo. ROMA, 24 NOVEMBRE 2016

Il Governo ha dato dunque un segnale di attenzione per il ruolo che la stampa italiana all’estero svolge prima di tutto in termini di informazione dei nostri connazionali. Nel momento in cui le polemiche sul voto degli italiani all’estero sono diventate molto alte (e molto ingiuste), rafforzare gli strumenti di informazione sulla vita italiana meglio radicati nelle comunità è un atto che va nella giusta direzione.
Senza dimenticare che la stampa italiana nel mondo, da sempre, dà un apporto importante alla coesione delle nostre comunità, nelle quali la conoscenza della vita associativa e delle altre iniziative rappresenta un amalgama che consente di prolungare i legami nel tempo e tener vivo il rapporto con i luoghi di origine.
Ho voluto motivare il mio emendamento, infine, richiamando il sostegno che la stampa in italiano all’estero dà alla tutela e alla promozione della nostra lingua. Si tratta di una funzione che in genere viene sottovalutata ma che con la competizione linguistica che si è scatenata nel mondo non deve essere sottovalutata, anzi deve essere maggiormente apprezzata, adottando poi le misure concrete e coerenti perché possa consolidarsi.
On. Francesca La Marca

Visualizzazioni : 441 | Torna indietro

 


ErroreSQL

Microsoft VBScript runtime error '800a01a8'

Object required: 'DBRecordSet(...)'

/includes/display-inc.asp, line 168